Cos’è l’arte?

La necessità di comunicare uno stato d’animo, oltre ai propri fabbisogni, è sempre stata una prerogativa della specie umana, che si è servita di volta in volta dei mezzi più idonei ad ottenere lo scopo. Le pitture rupestri, ad esempio, oltre a costituire degli importanti indizi per una migliore conoscenza della cultura e delle credenze di epoca preistorica, rivelano tracce di artisticità frutto di un irrazionale desiderio di sacralizzare – o esorcizzare – episodi della vita quotidiana, come una battuta di caccia.

"La Cueva de las Manos" - Argentina

“La Cueva de las Manos” – Argentina – Paleolitico Superiore

In taluni casi, dove sono presenti impronte umane, si riscontra la volontà di personalizzare al massimo quel preciso momento, quasi fosse la firma – o il gesto – di un pittore su una tela,

Con il passare del tempo il valore della rappresentazione cambia. Inizialmente grazie ad alcuni virtuosismi che conferiscono alla narrazione maggiore veridicità (accenni di prospettiva, ombreggiature e rilievo), in seguito dando sempre più peso al supporto e alle tecniche da utilizzare. Il manufatto – opera d’arte sarà pertanto il risultato della somma di artisticità e artigianalità: due ingredienti fondamentali il cui rapporto, nel corso dei secoli, ha portato alla valorizzazione o alla svalutazione di una stessa opera. Ciò che la maggior parte delle persone considera arte è proprio l’interrelazione di questi due elementi, dosati diversamente secondo i gusti personali e le mode in auge nelle varie epoche.

E’ questa una convinzione corretta? Cos’è davvero l’arte? Quali sono i parametri per capire se ci troviamo o no di fronte ad un’opera d’arte?Qual è la funzione principale dell’opera d’arte? Essere veicolo di conoscenza o suscitare emozioni? Domande alle quali filosofi e studiosi di tutti i tempi hanno cercato e cercano di dare una risposta convincente: da Aristotele a Croce, passando attraverso i grandi intellettuali dell’epoca dei lumi.

Il prontuario delle risposte è vastissimo, ognuno può avere il suo. Fermo restando che, per poter sperare di arrivare a comprendere il fenomeno artistico nella sua pienezza, è necessario formarsi una buona conoscenza dell’arte. Per capire l’arte bisogna conoscerne i trucchi, studiare gli ambiti artistici e, soprattutto le tecniche, fulcro intorno al quale costruire un discorso concreto ed intelligente.

Lucio Fontana - Concetto spaziale. Attese - 1967

Lucio Fontana – Concetto spaziale – 1967

Dalle prossime settimane avvieremo pertanto un’indagine intorno all’arte partendo dalla pittura. Indagheremo la pittura su tavola, su tela e in affresco cercando di comprendere come, nel Novecento, gli artisti arriveranno a sovvertire l’ordine canonico degli “strati” di un dipinto, facendo emergere quegli elementi che, in antico, costituivano esclusivamente il supporto dello strato pittorico.

Antonio Iommelli